DE
Mitmachen
Artikel

Politica per la regione

Venerdì scorso la Consigliera nazionale Magdalena Martullo e il candidato al Governo Walter Schlegel sono stati ospiti dell’UDC Bregaglia a Soglio. Hanno quindi avuto l’occasione di occuparsi direttamente anche dei problemi regionali, come quello della sicurezza del collegamento viario con l’Engadina, il calo del turismo, la riduzione delle guardie di confine nel sud dei Grigioni. La serata è stata allietata dalle bellissime interpretazioni del Coro Bregaglia, diretto da Nadia Negrini.

Il turismo sta sempre ancora attraversando un periodo difficile, anche se la pressione dell’euro si è allentata negli scorsi mesi. I piccoli e medi imprenditori del settore turistico continuano tuttavia a soffrire più che mai la crescente regolamentazione. “La metà dei posti di lavoro nei Grigioni è legata al turismo, per cui vanno migliorate e semplificate le condizioni di operare” ribadisce M. Martullo, che aveva inoltrato l’atto parlamentare “One In – Two Out”, proprio con lo scopo di ridurre (dimezzare) il numero di leggi, ordinanze, direttive, prescrizioni, ecc. La nostra rappresentante a Berna ricorda al riguardo che nel Parlamento federale, grazie soprattutto all’UDC, si sono ottenuti risultati rilevanti per il turismo, come per es. il mantenimento per dieci anni (non solo tre come finora) della riduzione dell’IVA per l’industria alberghiera, oppure il divieto per Booking.com di imporre agli albergatori condizioni contrattuali inaccettabili sui prezzi.
Dalla discussione, condotta in modo attento ed efficace dal presidente dell’UDC Bregaglia Gian Luca Giovanoli, è pure emersa la necessità di garantire al turista la sicurezza. Su questo punto il candidato al Governo Walter Schlegel critica le autorità federali per le riduzioni in atto dell’effettivo delle guardie di confine nel sud del Cantone dei Grigioni: “Mantenere l’effettivo delle guardie di frontiera è assolutamente necessario, molto più che i confini esterni dell’UE non vengono controllati come previsto dall’accordo Schengen”. Schlegel pone l’accento sull’importanza per il turismo di potersi avvalere della sicurezza anche alla frontiera. Inoltre il turismo ha bisogno pure della sicurezza nei collegamenti stradali. Qui tocca uno dei maggiori problemi della Bregaglia che da più di 50 anni rivendica la messa in sicurezza del passaggio pericoloso (valanghe e caduta sassi) tra Silvaplana e Maloja. Schlegel sottolinea: “Il collegamento stradale è di importanza vitale per l’economia della regione. Non bastano più solo i progetti, ma occorre che il Parlamento e il Governo diano la priorità assoluta alla ricerca di una soluzione con tutte le parti, in tempi ragionevoli.” Anche la Consigliera nazionale Martullo considera la sicurezza una condizione irrinunciabile non solo per la popolazione ma anche per evitare di essere tagliati fuori dall’afflusso di turisti, che proprio in Bregaglia ha subito un ulteriore flessione dopo gli ingenti danni verificatisi il 23 agosto 2017 a Bondo. Al riguardo ritiene insufficienti gli sforzi del Governo cantonale per dare una mano a rilanciare il turismo in Bregaglia a livello di immagine. Il turismo ne risente molto, perché prevale ancora la sensazione dell’insicurezza, mentre in realtà la sicurezza è garantita e le forti attrazioni della Valle sono sempre una grande risorsa, come prima della frana del Cengalo.
M. Martullo ha insistito sulla necessità per il Cantone dei Grigioni di avere un esponente UDC in Governo (30% dei suffragi nelle elezioni del 2015). Questa presenza faciliterebbe anche il lavoro degli esponenti UDC nel Consiglio nazionale in diversi ambiti, come la politica energetica (canoni d’acqua), l’agricoltura, il settore turistico e quello imprenditoriale, la sicurezza, le relazioni con le regioni confinanti. La Consigliera nazionale grigionese ha pure messo l’accento sulla necessità di evitare che il diritto internazionale prevalga su quello nazionale e quindi di opporsi a un accordo quadro con l’UE. Per questo motivo e siccome il Parlamento ha deciso di non attuare la volontà popolare espressa con l’accettazione dell’iniziativa contro l’immigrazione di massa (9 febbraio 2014), invita a firmare la nuova iniziativa denominata “Per un’immigrazione moderata (Iniziativa per la limitazione)”, in quanto i problemi causati dalla libera circolazione delle persone non sono affatto risolti.
In chiusura la serata ha riservato ai presenti anche una graditissima sorpresa da parte del Coro Bregaglia che ha stupito e fatto divertire tutti, interpretando i brani musicali con grande sensibilità. Il Coro Bregaglia è composto unicamente da uomini (media sotto i 40 anni), ma è nelle mani di una giovane donna, Nadia Negrini, che lo dirige con maestria, tatto e delicatezza.
Livio Zanolari

Artikel teilen
weiterlesen
Kontakt
SVP Graubünden Sekretariat, Postfach 22, 7554 Sent
Telefon
081 544 88 28
E-Mail
Social Media
Besuchen Sie uns bei:

Diese Seite per E-Mail weiterempfehlen


Wir verwenden Cookies, um Inhalte und Anzeigen zu personalisieren, Funktionen für soziale Medien anbieten und Zugriffe auf unsere Webseite analysieren zu können. Ausserdem geben wir Informationen zur Nutzung unserer Webseite an unsere Partner für soziale Medien, Werbung und Analysen weiter. Details ansehen
Ich bin einverstanden