DE
Mitmachen
Artikel

UDC Valposchiavo in favore della sicurezza e delle famiglie

Riproponiamo le raccomandazioni di voto dell’UDC Valposchiavo in vista delle votazioni del 28 febbraio 2016 e facciamo seguire le nostre considerazioni principali:

  • SI all’iniziativa popolare «Per l’attuazione dell’espulsione degli stranieri che commettono reati»
  • SI all’iniziativa popolare «Per il matrimonio e la famiglia – No agli svantaggi per le coppie sposate»
  • NO all’iniziativa popolare «Contro la speculazione sulle derrate alimentari!»
  • SI alla modifica della legge federale concernente il transito stradale nella regione alpina (LTS) (Risanamento della galleria autostradale del San Gottardo)

Per più sicurezza (espulsioni)

Già nel 2010 la popolazione svizzera aveva accettato l’iniziativa “Per l’espulsione degli stranieri che commettono reati”. In quella stessa occasione bocciò il controprogetto del Consiglio federale e del Parlamento che prevedeva una clausola per i casi di rigore. Nel frattempo il Consiglio federale e il Parlamento hanno elaborato il progetto di legge per l’attuazione dell’iniziativa accettata dal popolo. Per l’UDC il nuovo progetto di legge (non ancora in vigore) è però inaccettabile, in quanto non rispetta la volontà popolare espressa nel 2010. Non la rispetta perché ora, nella legge di attuazione dell’iniziativa, si è inserita di nuovo la clausola per i casi di rigore, con la quale si può difatti impedire ogni espulsione. Si è quindi inserito proprio ciò che il popolo non ha voluto nel 2010. Il problema è dunque dato dalla clausola per i casi di rigore, che lascia ai giudici la libertà di trovare ogni qualvolta una motivazione per evitare che il criminale lasci la svizzera. L’UDC non vuole che la volontà espressa dalla popolazione venga ignorata. Le esperienze finora raccolte ci indicano che è necessaria più fermezza per dissuadere tante persone straniere che abitano da noi dal commettere reati. Per questo motivo l’UDC ha dovuto optare per il lancio dell’iniziativa per l’attuazione delle espulsioni, inserendo le norme direttamente nella Costituzione.

L’UDC Valposchiavo, visto che su 10 persone criminali in pena detentiva in Svizzera più di 7 sono straniere (la popolazione straniera in Svizzera è del 25% dell’intera popolazione), è convinta che non si possa stare a guardare come la criminalità cresce in modo dilagante e minaccioso. È del parere che chi commette reati gravi (p. es. assassinio, rapina, violenza carnale, ecc.) o chi è recidivo per reati che mettono particolarmente in pericolo l’ordine pubblico e la sicurezza debbano lasciare la Svizzera, a meno che l’espulsione non rispetti il cosiddetto diritto cogente (p. es. se la persona espulsa rischia la pena capitale o la tortura nel suo paese d’origine).

Per il matrimonio

Da troppi anni i coniugi con doppio reddito e numerose coppie di coniugi pensionati pagano un’imposta federale diretta più elevata rispetto alle coppie non sposate che si trovano nella stessa situazione economica. Le coppie sposate sono pure discriminate anche nell’ambito dell’AVS. Infatti una coppia sposata riceve al massimo una rendita pari al 150 per cento della rendita individuale massima, mentre una coppia non legata dal matrimonio può ricevere due rendite intere.

L’UDC Valposchiavo, che considera la famiglia e quindi il matrimonio il perno della nostra società, sostiene l’iniziativa con lo scopo di abbattere quegli svantaggi fiscali e assicurativi che i coniugi devono sopportare solo perché sono uniti dal vincolo matrimoniale.

Contro proposte inutili

L’iniziativa contro la speculazione sulle derrate alimentari vuole impedirne la speculazione nelle borse economiche. Secondo i fautori le operazioni finanziarie sui prodotti alimentari sono la causa di forti oscillazioni dei prezzi. Molti mettono in dubbio, con buone ragioni, che ci sia un legame forte tra gli scambi finanziari e il prezzo delle derrate alimentari. Alla stessa conclusione giunge, fra gli altri, anche il Fondo monetario internazionale. Inoltre un divieto di contrattare in borsa le derrate alimentari in Svizzera non avrebbe alcun influsso sui mercati mondiali. Nonostante ciò la Svizzera dovrebbe predisporre un apparato di controllo che come tale necessiterebbe pure di nuovi mezzi amministrativi e causerebbe nuovi costi.

L’UDC Valposchiavo è quindi contraria a esercizi fini a se stessi e si oppone all’iniziativa “Contro la speculazione sulle derrate alimentari”.

Per più sicurezza sulle nostre strade

Il risanamento della galleria autostradale del San Gottardo rappresenta una necessità impellente a livello nazionale e regionale. Ormai l’attuale galleria a due corsie ha bisogno di essere ristrutturata. Per eseguire questi lavori in modo efficace va chiusa per anni. Questa chiusura sarebbe insopportabile soprattutto per il Ticino e il Moesano.

Alla popolazione si chiede un credito di 2,8 miliardi di franchi per la realizzazione del secondo traforo. In seguito si potrà risanare l’attuale tunnel, aperto nel 1980. Se il credito non venisse accordato si dovrebbe ugualmente rinnovare integralmente il tunnel di 16,9 km tra il 2020 e il 2025 e quindi chiuderlo per parecchio tempo. Inoltre, le misure in favore del traffico sarebbero molto costose. Il trasporto degli autoveicoli su rotaia non basterebbe ad assorbire il grande traffico, nemmeno grazie alla nuova trasversale alpina. Il traffico, è evidente, verrebbe deviato ogni giorno sulla A13, non adatta per sostituire il San Gottardo.

Se dalle urne scaturisse un no le conseguenze per le regioni attraversate dalla A13, specie per le zone in cui le valli sono strette come la Mesolcina e la valle del Reno posteriore, sarebbero catastrofiche e le valli diventerebbero meno vivibili. Sull’asse del San Bernardino si formerebbero colonne interminabili, con tutti i disagi che ne derivano e che già conosciamo.

L’UDC Valposchiavo sostiene la costruzione del secondo traforo autostradale del San Gottardo, al fine di garantire la necessaria sicurezza e più qualità di vita e con lo scopo di non isolare buona parte della Svizzera italiana dai maggiori centri svizzeri e di non intasare la A 13 del San Bernardino.

UDC Valposchiavo

www.udc-valposchiavo.ch

 

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.

Artikel teilen
Kategorien
#udc
weiterlesen
Kontakt
SVP Graubünden Sekretariat, Postfach 22, 7554 Sent
Telefon
081 544 88 28
E-Mail
Social Media
Besuchen Sie uns bei:

Diese Seite per E-Mail weiterempfehlen


Wir verwenden Cookies, um Inhalte und Anzeigen zu personalisieren, Funktionen für soziale Medien anbieten und Zugriffe auf unsere Webseite analysieren zu können. Ausserdem geben wir Informationen zur Nutzung unserer Webseite an unsere Partner für soziale Medien, Werbung und Analysen weiter. Details ansehen
Ich bin einverstanden