DE
Mitmachen
Artikel

Consigli di voto dell’UDC sezione Bregaglia

Iniziativa popolare “A favore del servizio pubblico”

Contrariamente all’UDC Svizzera, sia il partito cantonale che la sezione Bregalia sostengono questa iniziativa. I servizi pubblici devono offrire i medesimi servizi a tutti i cittadini del Paese. È chiaro che anche con l’accettazione dell’iniziativa non si riapriranno gli uffici postali chiusi negli ultimi anni, e l’abbonamento o le giornaliere per il trasporto con i mezzi pubblici non diminuiranno di prezzo, ma è anche vero che oggi sia la Posta che i trasporti pubblici non sono a disposizione in modo equo per i cittadini nelle agglomerazioni come per noi che viviamo in periferia e per di più in valli alpine. Questa iniziativa va però nella giusta direzione e quindi va sostenuta in modo chiaro, specialmente nelle nostre vallate.

Votiamo SÌ.

Iniziativa popolare “Per un reddito di base incondizionato”

Non vogliamo dilungarci su un’iniziativa che calpesta tutti i sani principi di lavoro e ricompensa. Chi svolge un’attività lucrativa con coscienza ha diritto a un reddito, chi preferisce starsene a casa sul divano o al bar, non può anche venir premiato con un reddito di ben CHF 30’000.- annui. Coloro che non possono lavorare per motivi di salute, inoltre, già oggi sono sostenuti da un sistema sociale che è tra i più moderni e generosi del mondo.

Votiamo NO.

Iniziativa popolare “Per un equo finanziamento dei trasporti”

In particolare nelle nostre regioni periferiche e d’alta montagna, questa iniziativa offre la possibilità di eguagliare i costi di vita nei confronti di chi abita nelle grandi città ed ha la possibilità di muoversi in modo adeguato anche con i mezzi pubblici. Pensiamo in particolare all’interminabile vicenda legata al tratto stradale tra Maloja e Sils i.E. Questa iniziativa, abbinata alla richiesta dell’UDC grigionese di inserire la tratta stradale che da Thusis, attraverso il passo dello Julier, porta fino a Castasegna (proposta recentemente sostenuta dal Governo), potrebbe finalmente risolvere questo problema così come il problema delle condizioni precarie in cui si trova il passo del Maloja stesso. Tutti i cittadini delle Bregaglia e dell’Engadina che attendono con ansia che si intervenga su questi tratti stradali, non possono che votare a favore di questa iniziativa. Saremmo delusi e perplessi nel vedere il contrario.

Votiamo SÌ.

Modifica della legge sulla medicina della procreazione

Questa modifica, a prima vista, potrebbe sembrare risolvere i problemi delle coppie che non riescono ad avere figli in modo naturale. Purtroppo dietro a questa modifica di legge si nasconde il prossimo passo verso i bambini dal catalogo. In futuro sarà possibile creare i propri bambini definendo non solo se sarà maschietto o femminuccia, ma pure il colore degli occhi, dei capelli, il quoziente d’intelligenza e molto altro ancora. Una situazione moralmente inaccettabile. Embrioni che non rientreranno nelle aspettative dei futuri genitori saranno semplicemente eliminati e sostituiti con altri, finché non sarà raggiunto quanto desiderato. Un controllo di queste attività sarà in pratica impossibile, questo lo ammettono anche gli inizianti.

Votiamo NO.

Modifica della legge sull’asilo

L’attuale prassi non soddisfa per nulla le esigenze per risolvere la drastica situazione dei fuggiaschi. Per questo motivo l’UDC ritiene che sia molto importante adeguare innanzitutto la prassi, introducendo la volontà di riconoscere i veri bisognosi per poter offrire loro il giusto sostegno e allo stesso tempo di individuare i falsi richiedenti l’asilo (che sono in maggioranza!) negando loro lo stato di rifugiato. Coloro che si recano in Europa unicamente per arricchirsi a scapito degli indigeni non possono usufruire della nostra generosità e dunque è assurdo velocizzare questo sistema che non risolve i problemi. Inoltre la nuova legge prevede che ogni singolo richiedente l’asilo abbia diritto a un sostegno legale gratuito (perlopiù avvocati che non hanno successo in altri civili) e che tutte queste persone vengano riunite in centri di raccolta di proprietà dello Stato. Questi centri devono ancora essere costruiti o individuati e il tempo preme. Ecco perché il Consiglio Federale ha inserito la possibilità di espropriare terreni o edifici dai Comuni o da privati. I 5 centri previsti sono stati calcolati sulla base dei richiedenti l’asilo di due anni fa, oggi non sarebbero sufficienti e la Confederazione ne dovrebbe costruire molti altri e dunque il pericolo di sfratto è più che reale.

Votiamo NO.

Invitiamo tutti i cittadini del comune di Bregaglia a partecipare al voto, ricordando come sempre che si tratta di un diritto e non di un dovere.

UDC sezione Bregaglia

 

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.

Artikel teilen
Kategorien
#udc
weiterlesen
Kontakt
SVP Graubünden Sekretariat, Postfach 22, 7554 Sent
Telefon
081 544 88 28
E-Mail
Social Media
Besuchen Sie uns bei:

Diese Seite per E-Mail weiterempfehlen


Wir verwenden Cookies, um Inhalte und Anzeigen zu personalisieren, Funktionen für soziale Medien anbieten und Zugriffe auf unsere Webseite analysieren zu können. Ausserdem geben wir Informationen zur Nutzung unserer Webseite an unsere Partner für soziale Medien, Werbung und Analysen weiter. Details ansehen
Ich bin einverstanden