DE
Mitmachen
Medienmitteilung

Più sicurezza per tutelare la libertà

Più sicurezza per tutelare la libertà

Il Servizio delle attività informative della Confederazione, in quanto strumento essenziale per garantire la sicurezza interna ed esterna della Svizzera, necessita di competenze adeguate all’evoluzione della tecnica nonché ai rischi e pericoli attuali e futuri (ad esempio lo jihadismo o il terrorismo). La concentrazione sull’essenziale prevista nella legge, il triplice controllo, il rafforzamento della vigilanza e la limitazione dei mezzi servono a proteggere le nostre libertà. La nuova legge è equilibrata e proporzionata.

La complessità della minaccia e i tempi di preallarme sempre più brevi richiedono, ai fini della difesa contro i pericoli per mano della Confederazione e dei Cantoni, informazioni tempestive a protezione della popolazione e dell’economia della Svizzera.

In caso di terrorismo, spionaggio, proliferazione di armi di distruzione di massa, così come in caso di attacchi contro infrastrutture d’importanza nazionale, il Servizio delle attività informative deve avere la possibilità di acquisire preventivamente informazioni che siano vincolate a condizioni molto rigide.

Grazie alla nuova legge, il Servizio delle attività informative può, in casi particolari, ordinare misure d’intercettazione mirate e intercettare dati.

Sono previsti severi controlli per evitare abusi: infatti, ogni misura deve essere autorizzata a tre livelli (autorizzazione del Tribunale amministrativo federale, accordo della Delegazione Sicurezza del Consiglio federale e attivazione da parte del capo del Dipartimento della difesa). L’attività in seno alla Confederazione e ai Cantoni è sottoposta al controllo del Parlamento e di un organo di vigilanza indipendente.

L’elaborazione di dati personali è rigorosamente regolamentata. Sono garantiti i diritti delle cittadine e dei cittadini, ad esempio il diritto d’accesso ai dati, e l’applicazione del principio di trasparenza con alcune eccezioni.

Nel complesso la nuova legge è coerente e raggruppa, modernizza e concretizza disposizioni sparse in diversi testi e regolamenti. Porta più sicurezza per le cittadine e i cittadini, ma anche per l’economia, prevedendo possibilità di sorveglianza al passo con i tempi, e tutela al tempo stesso la libertà del singolo prevedendo una procedura d’autorizzazione molto rigida e una vigilanza molto ampia. Per questi motivi raccomandiamo di sostenere la nuova legge federale sulle attività informative con un SI convinto.

Per quanto concerne gli altri oggetti in votazione ecco un piccolo riepilogo:

NO all’iniziativa „Per un’economia sostenibile ed efficiente in materia di gestione delle risorse (economia verde)“ perché è utopica e pericolosa per i posti di lavoro.

NO all’iniziativa „AVSplus: per un’AVS forte“ perché l’AVS deve rimanere un’istituzione solida.

UDC Valposchiavo

www.udc-valposchiavo.ch

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.

Artikel teilen
Kategorien
#udc
weiterlesen
Kontakt
SVP Graubünden Sekretariat, Postfach 22, 7554 Sent
Telefon
081 544 88 28
E-Mail
Social Media
Besuchen Sie uns bei:

Diese Seite per E-Mail weiterempfehlen


Wir verwenden Cookies, um Inhalte und Anzeigen zu personalisieren, Funktionen für soziale Medien anbieten und Zugriffe auf unsere Webseite analysieren zu können. Ausserdem geben wir Informationen zur Nutzung unserer Webseite an unsere Partner für soziale Medien, Werbung und Analysen weiter. Details ansehen
Ich bin einverstanden